I GRAFICI DEGLI ISTITUTI "OLGA FIORINI" BRILLANO NEL FAIR PLAY

Alessia Napolitano si aggiudica il premio speciale nel concorso artistico indetto dal Panathlon International

Ott232014

I valori dello sport vedono brillare l’istituto tecnico di grafica “Olga Fiorini”: Alessia Napolitano, neodiplomata della scuola di via Varzi, si è infatti aggiudicata un premio speciale nel concorso artistico indetto dalla fondazione Domenico Chiesa del Panathlon International.

A lei, nel corso della cerimonia in programma a Pavia il prossimo 22 novembre, sarà consegnato il riconoscimento intitolato alla memoria di Siropietro Quaroni, nella categoria “Elaborazioni al computer” della competizione dedicata ai temi del fair play, dell’etica sportiva e della lotta al doping. Competizione che ha visto concorrere gli allievi delle «scuole superiori di vari Paesi del mondo», come ha tenuto a precisare Sergio Allegrini, segretario della fondazione.  

Alla sfida internazionale partecipano da sempre gli alunni degli istituti “Olga Fiorini”, che anche lo scorso anno hanno firmato pregevoli opere: a seguirli nel lavoro le insegnanti Sara Castiglioni e Alessandra Caprioli. Agli studenti della stessa scuola si deve inoltre l’allestimento della mostra con gli elaborati realizzati per la precedente edizione del concorso, inaugurata martedì 21 ottobre al Museo del Tessile di Busto Arsizio, per iniziativa del Panathlon club “La Malpensa”.

Quella organizzata dalla storica associazione, impegnata nella promozione dei valori sportivi, è stata una serata che ha permesso di riflettere sul corretto spirito agonistico, sul quale si è soffermato Maurizio Monego, consigliere del Comitato internazionale del fair play, richiamando la necessità di valorizzare «esempi positivi» e di «coinvolgere la famiglia e la scuola» nell’educazione dei ragazzi a un comportamento rispettoso e leale in ambito sportivo. A questo proposito, Renata Soliani, ex presidente del Panathlon club di Como, ha raccontato la propria esperienza nella formazione delle insegnanti della scuola primaria, coinvolte in un progetto sulla valenza educativa dello sport.

Per l’occasione, alla presenza del governatore lombardo del Panathlon, Lorenzo Branzoni, è stato inoltre sottoscritto un accordo fra il Panathlon e gli arbitri rappresentanti alcune federazioni sportive: accordo con il quale Gianni Camino (Federazione Nuoto), Mauro De Luca (Pallacanestro) si sono solennemente impegnati a segnalare episodi positivi di fair play. Al riguardo, come ha ricordato il presidente del club “La Malpensa”, Aldo Albanesi, «una volta nel basket, quando veniva fischiato un fallo, il giocatore alzava la mano in segno di rispetto per la decisione arbitrale: adesso questo non succede più». Parole significative, che hanno concluso la serata affidata alla regia di Cinzia Ghisellini, vicepresidente del club, e alla quale hanno presenziato decine di soci.

  • acof

    ACOF è una realtà formativa tra le più ricche e significative presenti in Nord Italia.

  • maternainglese

    Scuola per l'infanzia e scuola primaria "English School" nata per dare ai bambini l'opportunità di apprendere la lingua inglese in modo semplice e naturale.

  • montessori

    La Scuola Montessori di Castellanza è impegnata nella diffusione del pensiero e della pratica montessoriana.

  • scuola superiore

    L'offerta di ACOF per l'assolvimento dell'obbligo di istruzione presenta percorsi scolastici e sperimentali di istruzione e formazione professionale

  • formazione

    Ente di formazione Accreditato in Regione Lombardia per l'erogazione di Servizi formativi e Servizi al lavoro, copre una vasta area di interventi formativi e di accompagnamento per diverse tipologie di destinatari

  • aziende

    ACOF Aziende supporta lo sviluppo delle organizzazioni e dei professionisti attraverso gli strumenti della formazione e della consulenza.

  • spic

    La Scuola di Specializzazione in Psicoterapia ad indirizzo Integrato e di Comunità SPIC-ACOF, riconosciuta dal MIUR, abilita all'esercizio dell'attività psicoterapeutica

  • Nido

    L'asilo nido è un servizio educativo e sociale che accoglie bambini dai 6 ai 36 mesi, integrando l'opera della famiglia, in modo da favorire un equilibrato sviluppo psico-fisico